La nostra storia

Gianni è un pizzaiolo che dal 1995, anno in cui passò dal pane alla più raffinata arte della pizza.

Non avevo voglia di lavorare la notte” ci dice “quindi ho lasciato il panificio ai miei fratelli e sono entrato nell’affascinante mondo della Pizza“.

Ecco allora aprire la Pizzeria “Tom & Jerry”. Un nome dedicato ironicamente ai suoi figli Piero e Francesco, che all’epoca (nel 1995) si rincorrevano e bisticciavano proprio come il gatto e il topo del famoso cartoon. Oggi questi ragazzoni, danno una mano a papà. aprendo un altro laboratorio certificato per prodotti senza glutine, di qui in primis, la pizza dal nome Gluten Love.

Tom & Jerry sono rimasti sull’insegna e a Vittoria sono sinonimo di ottima pizza: quella di Gianni Normanno, che ricordiamolo, è maestro istruttore della scuola nazionale di pizza A.P.I. in Sicilia. Per quanto riguarda gli impasti, Gianni è un cultore della “lunga lievitazione“, una tecnica che ha affinato lavorando anche su originali mix di farine.

Nello specifico oltre 80 specialità, una su tutte è quella dedicata all’ultimo arrivato in casa: Enrico. ormai giovanotto che lo vediamo nella foto qui a lato, da bambino, vestito da perfetto pizzaiolo mentre cerca di emulare il papà.

La pizza è un’autentica specialità e si chiama Erik. Questi gli ingredienti: crema di tartufo, porcini, grana speek, bresaola e mozzarella.

L’impasto storico che ne caratterizzò e ne caratterizza ancora la friabilità è l’alta digeribilità, fu elaborato grazie alla miscelazione di farine speciali di grano tenero tipo “0”, “00”, acqua, sale, olio extravergine di oliva, lievito e impasti alternativi. Oggi, come allora, quindi, l’obiettivo principale della Tom & Jerry rimane l’utilizzo di ingredienti genuini, di alta qualità e di massima sicurezza, per l’ottenimento di un prodotto altamente esclusivo. Infatti, cura e rigore sono la base per la scelta dei prodotti, quali:

  • le mozzarelline fior di latte;
  • l’olio extravergine di oliva (di proprietà propria macinato a freddo);
  • Salumi senza glutine e polifostati aggiunti;
  • le verdure sempre fresche;
  • le corolle di carciofi sott’olio;
  • i formaggi D.O.P.;
  • i salumi I.G.P.;
  • la polpa al 100% di pomodori esclusivamente di origine italiana.

 

Il primo principio cardine rimane comunque la “fermo-maturazione” degli impasti. Questa fase, della durata variabile di 46-96 ore, permette un raggiungimento ottimale dell’equilibrio bio-chimico-fisico del panetto stesso. Il processo è favorito sicuramente dall’utilizzo di impastatrici a tripla velocità (orario e antiorario) con temporizzatore, di arrotondatrici e di camere di lievitazione apposite. La preparazione e la cottura avvengono sotto gli occhi attenti della clientela.

Riconosciuto dall’Albo Italiano Pizzaioli Professionisti, lo staff della Tom & Jerry può essere annoverato tra i migliori del settore. Una passione lavorativa accompagnata da numerosi studi di didattica acquisita nella varie scuole di specializzazione, che, nel corso degli anni, hanno arricchito la professionalità, la voglia di imparare, di crescere e di competere anche in tanti campionati di pizza, ove si è raggiunta anche la Vittoria!